Servizio- il lancio di palla

Servizio- il lancio di palla

Il lancio di palla nel servizio è senza dubbio un punto cardine se non addirittura il più importante: è facile capire che se non viene eseguito nel modo giusto lo sviluppo del colpo sarà compromesso in partenza.

Bene, vediamo come eseguirlo: cercate di afferrare la pallina con la punta delle dita in modo da avere più sensibilità, la presa deve essere delicata, il lancio deve essere eseguito partendo con la mano quasi appoggiata alla coscia della gamba anteriore.

Cercate di eseguire il lancio accompagnando la pallina fin sopra la testa e, solo in quel momento, cercate di aprire le dita in modo che la pallina continui la sua traiettoria sopra al nostro capo.

Il braccio stesso dovrà continuare lo slancio verso l’alto fino ad assumere un’assetto in linea con il busto, quindi perpendicolare al terreno, questo per favorire la posizione di massimo caricamento e ribaltamento dell’asse delle spalle (trophy pose).

Immaginando il quadrante di un orologio il lancio deve essere eseguito all’incirca tra le ore 12 e le ore 13 davanti a noi.

Parlando di timing esecutivo quando inizio il movimento con il braccio palla verso l’alto dovrei iniziare il movimento di caricamento con gli arti inferiori, e subito dopo il movimento con il braccio racchetta.

Perché il lancio sia preciso è bene farlo mantenendo il braccio disteso ma non rigido e non muovere il polso e la mano, ma eseguirlo come se si dovesse accompagnarlo per più tempo possibile.

Il lancio deve essere eseguito ad una altezza tale che nel momento di impatto con la racchetta la pallina sia in fase di caduta di all’incirca 15 cm.

No Comments

Post A Comment